Giardino a basso impatto manutentivo

 

 

Giardino al momento del sopralluogo.

DSC02391.JPG

 

 

La drastica decisione del cliente, finalizzata ad avere meno interventi manutentivi possibili da fare nel giardino, era quella di estirpare i cipressi, eliminare il prato e i cespugli e ricoprire la superficie con dell’orrendo prato sintetico.

Ci siamo quindi proposti per trovare una soluzione che accontentasse il cliente per quanto concerne la poca manutenzione, ma che conservasse e rivalutasse le essenze vegetali.

 

 

 




D
opo l’intervento  di restyling

DSC02487.JPG

Siamo intervenuti con poche essenze che dessero tonalità cromatiche e avessero tratti morbidi. La Convallaria nana è servita a diminuire l’impatto visivo, altrimenti troppo pesante, della copertura a ciottolino della superficie restante.
L’irrigazione è garantita automaticamente da tubo di ala gocciolante che inserito all’interno della vegetazione viene da essa completamente mascherato.

DSC02489.JPG

La soluzione ha soddisfatto appieno il cliente che con soli due interventi manutentivi all’anno, uno a inizio primavera ed uno in autunno, mantiene in ottimo stato di conservazione il giardino.
La nostra soddisfazione è stata quella di essere riusciti a evitare che altra “plastica” (il prato sintetico) occupasse suolo sostituendo essenze vegetali in grado di produrre ossigeno per la collettività.